Skip to content

Torta Cioccolato e Yogurt al Miele

15 novembre 2011

Chissà mai a quante mamme è capitato di doversi barcamenare con le continue richieste da parte dei figli di merendine e schifezze varie. Il mio ovviamente non è immune e in particolare aveva adocchiato le kinder colazione più. Temporeggia una volta, eludi una seconda, alla fine non avevo più scuse e l’unica ancora di salvezza è stata promettergli di fargli delle tortine uguali. Per fortuna lui non aveva neanche idea del sapore delle “originali” non avendole mai assaggiate e quindi gli è bastata una molto vaga somiglianza nell’aspetto :-) Sul fatto che siano ovviamente più buone e sane non si discute! Ho semplicemente variato la classica ricetta del plumcake a modo mio, sostituendo la farina con quella integrale come al solito, in parte farina di farro (non c’è niente da fare, il farro rende qualsiasi cosa più buona), diminuito l’olio e raddoppiato la quantità di yogurt, miele al posto dello zucchero, e ovviamente cioccolato per truffare a modo il pargolo. Per guarnire e creare le tipiche righine in superficie si può usare del cioccolato bianco per andare sul sicuro, o del miele sciolto con un po’ di cocco se si ama il rischio ;-)

Di solito mi fermavo al plumcake decorato, ma durante l’ultima esecuzione il contenitore con gli albumi montati a neve ha deciso di spiccare un volo con triplo salto mortale per atterrarmi addosso, per il sommo divertimento del piccolo ometto di casa (e anche di quello grande che ci ha sadicamente goduto). Mi è toccato aprire altre uova e rimontare gli albumi, utilizzando i tuorli avanzati per fare una crema di farcitura, tipo crema pasticcera ma con zucchero di canna integrale. Il risultato con farcitura è ancora più buono ma è assolutamente opzionale. Ecco quindi la ricetta:

 

Ingredienti:

 

 per il plumcake:

 140 g  di farina di farro integrale

70 g di farina di frumento integrale

150 g di miele

3 uova

30 g di olio e.v.o.

2 yogurt bianchi interi bio

80 g di cioccolato fondente 70%

vaniglia o vanillina

2 cucchiaini di bicarbonato

 

per guarnire:

 3 cucchiaini di miele

2 cucchiaini di cocco grattugiato

 

per la crema (opzionale):

 1 tuorlo d’uovo

2 cucchiai di zucchero di canna integrale

1 cucchiaio di amido di mais

1 cucchiaio di farina di farro

250 ml di latte

 

Procedimento:

 Separare i tuorli dagli albumi. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o al microonde e lasciarlo intiepidire. Lavorare i tuorli con il miele e aggiungere man mano lo yogurt, l’olio, le farine, l’aroma di vaniglia, il bicarbonato, il cioccolato e infine gli albumi montati a neve. Distribuire l’impasto in una teglia rettangolare o quadrata foderata con carta forno, io ne ho usato una da lasagne da 35 x 25 cm ma va bene anche più piccola per ottenere una torta più alta. Infornare a 180° per 15 minuti o più a seconda dell’altezza.

Intanto preparare la crema: portare ad ebollizione il latte e spegnere. Lavorare il tuorlo con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere amido e farina e infine il latte filtrato a filo, amalgamandone poco per volta per non formare grumi. Rimettere sul fuoco e portare ad ebollizione mescolando continuamente. Lasciare addensare un paio di minuti poi spegnere e lasciar raffreddare.

Quando sia la torta che la crema sono tiepide tagliare la torta in due strati e farcire con la crema. Richiudere, spennellare la superficie con il miele riscaldato con l’aggiunta di cocco e tracciare delle linee con l’aiuto di una forchetta. Tagliare infine a rettangolini e servire.

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 16 novembre 2011 9:14 am

    Meraviglia! Se c’è una cosa che dà soddisfazione, è modificare gli ingredienti delle ricette base di torte e affini per renderle più sane e… Scoprire che il gusto non ci perde affatto, anzi! Bellissima anche la foto, complimenti! :-)

    • 16 novembre 2011 7:49 pm

      grazie! hai proprio ragione. Purtroppo è ancora opinione diffusa che certi ingredienti siano meno buoni.. per esempio tutto ciò che è integrale ha per definizione qualcosa in più e non in meno, anche nel gusto! non sono solo “fissazioni” salutiste/etiche/dietistiche ..quando ci si abitua diventa davvero difficile tornare indietro ; -)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: