Skip to content

Samosa

17 aprile 2012

Eccomi di ritorno dopo la solita pausa purificatrice necessaria dopo le mangiate delle feste. Devo dire che quest’anno siamo stati bravi, una pasqua vegana addirittura, anche i soliti parenti resistenti si sono dovuti arrendere davanti al colesterolo che avanza, ma non hanno avuto rimpianti! La ricetta delle Samosa che propongo oggi era in programma per il menù pasquale, ma c’era già troppa roba e ho finito per non farla. Ovviamente mi è rimasta la voglia e  uno snack speziato è quello che ci vuole per ravvivare queste giornate piovose. 

La ricetta è abbastanza collaudata, ispirata da una trovata sul web (non so più dove sia) con qualche lievissima modifica; le ho fatte parecchie volte e sono sempre riuscite bene.  Sono ovviamente integrali e cotte al forno, anche se non fritte restano molto morbide, non si seccano.

Il mio bimbo le rifiutava per il sapore molto speziato e i piselli all’interno così ne ho fatti  un pò a parte con meno spezie e frullando il ripieno. Stavolta le ha mangiate ;-)

Ingrediente fondamentale delle samosa è ovviamente  il garam masala, mix di spezie che si trova già pronto in commercio. A me piace prepararlo da me, e, quando posso, lo faccio sul momento, perchè si diffonde un profumino delizioso per tutta casa. Si conserva comunque per un mesetto o più in un barattolo eremetico, col passare del tempo tende a perdere un pò di aroma. Nel preparare il garam masala ho man mano ridotto la quantità di pepe rispetto le ricette che si trovano in giro, a noi il pepe non va molto a genio,  lo faccio così:

Garam Masala

Ingredienti:

4 cucchiai di semi di coriandolo

1 cucchiaio di semi di cumino

mezzo cucchiaio di pepe nero in grani (anche meno)

1 cucchiaino e mezzo di zenzero in polvere

1 cucchiaino di bacche di cardamomo

1 cucchiaino di fiori di garofano

2 bastoncini di cannella

1 cucchiaino di foglie d’alloro tritate

procedimento:

Tostare a fiamma bassa per quattro/cinque minuti tutte le spezie tranne lo zenzero in una padella dal fondo pesante.  Spegnere e lasciar raffreddare. Estrarre i semini dalle bacche di cardamomo, aggiungere lo zenzero e macinare il tutto. Riporre in un barattolo a chiusura ermetica.

E ora passiamo alle Samosa:

Ingredienti:

per la sfoglia:

385 g di Farina Integrale

125 ml di Olio e.v.o.

125 ml di Acqua

1 cucchiaino  di Sale

per il ripieno:

125 g di Piselli

3 Patate lesse

1 Cipolla

1 cucchiaino di Garam masala

1 cucchiaino di zenzero

1 cucchiaino di cumino

1 peperoncino (facoltativo)

sale e olio q.b.

Procedimento:

Preparare la sfoglia amalgamando tutti gli ingredienti, impastando fino ad ottenere un impasto liscio. Lasciare riposare e intanto preparare il ripieno: scaldare un pò d’olio in una padella e cuocere le cipolle e i piselli per qualche minuto, aggiungere le patate a tocchetti, bagnare con un cucchiaio d’acqua e aggiungere le spezie. Sfumare e regolare di sale. Lasciare raffreddare .

Riprendere l’impasto per la sfoglia: stenderlo in una sfoglia piuttosto sottile e ricavarne dei rettangoli. Adagiare un pò di ripieno e richiudere le samosa ripiegandole più volte sul ripieno cercando di ottenere dei triangoli. Siglillare bene i bordi. Infornare a 180° per 30 minuti circa.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. 17 aprile 2012 11:15 am

    salvata salvata! una ricetta spettacolare! già venero i samosa (sono femmine? non lo sapevo, sorry…), le samosa, se poi me le fai di farina integrale, allora svengo proprio!!!
    da fare, piene di garam masala! complimenti!!!

    • 17 aprile 2012 11:58 am

      hmm donatella, non lo so mica se i/le samosa sono maschi/femmina! ogni tanto li chiamo “i samosa” anche io a dire il vero..stamattina mi sono svegliata femminista forse ;-)
      grazie :)

  2. 17 aprile 2012 12:30 pm

    non avevo mai pensato di farli in versione salutista, li ho sempre mangiati frittifrittifritti :)

    • 20 aprile 2012 8:08 am

      hmm, devono essere buoni anche frittifritti:) ma io non li ho mai assaggiati così per me al forno restano il top ;-)

  3. 17 aprile 2012 9:33 pm

    Ciao!Mi piace questa versione integrale dei samosa!La cucina indiana mi ispira molto, però penso che gradirei di più la versione per il tuo bimbo!Anche io non amo che si sentano tanto le spezie (infatti la cucina indiana pur ispirandomi molto non la provo quasi mai!!)
    A presto!

    • 20 aprile 2012 8:10 am

      magari se provi a cucinare indiano puoi regolarti tu come preferisci con le spezie, cominciando con poco. Io invece le adoro mannaggia, devo trattenermi dall’abbondare!
      grazie, e a presto!

  4. 18 aprile 2012 7:33 pm

    che bello! la ricetta del garam masala! posso farlo, sì! anzi devo!
    e poi devo replicare anche questi tuoi/queste tue samosa! sembrano proprio buonissime.
    a parte che Fidanzato non sopporta i piselli, ma questo sarà un problema solo suo, io alla replica non ci rinuncio ;)

  5. 20 aprile 2012 8:12 am

    si herbi, fallo il garam masala, dà soddisfazione :-) qui il marito non ha gradito i samosa la prima volta che li ho fatti, che peccato, me li son dovuti mangiare tutti io…se fidanzato proprio non sopporta i piselli ti dovrai sacrificare! ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: