Skip to content

Cianfotta per Salutiamoci

31 luglio 2012

Eccomi di ritorno, con una ricetta semplicissima come al solito e un piatto tipico della tradizione di molte regioni.

In Campania si chiama cianfotta, ciambotta altrove, se non erro la ratatouille dovrebbe essere più o meno la stessa cosa. Si tratta di un contorno di verdure stufate, in genere  zucchine, peperoni e melanzane con cipolle, carote, pomodori, aromi etc.  Una meraviglia accompagnato da una buona fetta di pane fatto in casa!

Nei due mesi che son stata via, giù a Sorrento a casa dei miei, il mio adorato zio Peppe, fornitore ufficiale di verdure dell’orto, mi ha fatto dono di mille delizie, soprattutto zucchine e melanzane nell’ultimo periodo. Basta aggiungere altri ortaggi di stagione e voilà: uno dei miei piatti estivi preferiti: colorato, sano e gustoso.

Ne esistono mille varianti ovviamente, ognuno ci mette un pò quel che gli pare. La mia è una versione quanto mai classica e poco fantasiosa, ma la adoro così! mentre ero via l’ho preparata spessissimo, anche per più giorni di fila, perchè non mi stanca mai :)

 Con questa ricetta provo a partecipare a Salutiamoci che per il mese di Luglio è stato ospitato da Cobrizo (sperando di essere ancora in tempo!).

Ingredienti:

2 zucchine, 1 melanzana, 1 peperone rosso, 1 peperone giallo, 1 cipolla, 1 patata, qualche pomodorino, basilico, olio e.v.o q.b., sale e erbe aromatiche a piacere

Procedimento:

Scaldare un cucchiaio d’olio in un tegame largo e aggiungere le cipolle, le patate e via via tutte le verdure tagilate a tocchetti. Aggiungere un bicchiere d’acqua e lasciare stufare a fuoco medio,  a tegame coperto per una decina di minuti o più, assaggiare per regolarsi con la cottura.  Aggiungere eventualmente altra acqua se dovesse asciugarsi troppo. Salare, aggiungere del basilico e altre erbe a piacere (rosmarino, timo etc..).  Portare in tavola con del buon pane casereccio o crostini. Io la preferisco tiepida, ottima ovviamente anche calda.

 

Prima di chiudere, due paroline sulla mia sparizione ;-) è vero che ho dei tempi lunghi quanto ere geologiche tra un post e l’altro ma stavolta ho effettivamente esagerato.

Ero partita per far visita alla mia famiglia a metà maggio,  doveva essere una cosa rapida: una settimana. Poi, proprio il giorno in cui avrei dovuto prendere il treno per tornare a Modena c’è stata la prima scossa. E allora ho deciso di fermarmi giù un’altra settimana per capire cosa fosse successo esattamente. La situazione sembrava essersi tranquillizzata e così sono tornata: pochi giorni, il tempo di beccarci lo spavento delle scosse del 29 e ripartire. Noi qui a Modena città non abbiamo avuto danni, ma la paura è stata tanta, e così: via! ho deciso di mollare tutto e riportare il bimbo a Sorrento per stare tranquilli. Lui si è goduto un pò di mare, io ho provato a studiare (qualche minuto al giorno in media ;-) ) per un test che avevo la settimana scorsa, ma per lo più mi sono goduta di nuovo un pò di famiglia e amici. Il cuore e la testa erano ovviamente a Modena, alla mia casa, alla famiglia di mio marito qui e a tutte quelle persone che invece erano state duramente colpite e che stavano affrontando  una così grande prova col loro incrollabile coraggio, gli emiliani sono davvero speciali! Non potendo fare niente ho preferito staccare da tutto, compreso questo spazio, che mi riportava alla mia vita “normale” e probabilmente avrebbe contribuito, indirettamente, a farmi sentire ancora più malinconia di casa e anche del povero marito lasciato indietro ;-)

Il blog mi è però mancato, soprattutto i contatti con tutte quelle blogger che normalmente seguo, e sono felice che qualcuno sia passato di qui comunque. Ancor più che postare qualcosa di mio  non vedevo l’ora di riprendere a leggere le splendide ricette che ogni giorno queste fantastiche persone realizzano. Si parte con il voler contribuire con qualcosa ma in realtà si finisce col ricevere più di quello che si da. Io sto imparando tanto, numerose ricette lette in giro fanno parte oramai del menu consolidato di casa mia e ogni volta che le rifaccio inevitabilmente penso a chi le ha ideate. E mi gusto un pezzettino di loro ogni volta :)

Dovrei ripartire tra non molto, fatto l’esame e con le scuole chiuse non ci resta molto da fare in città. Spero di rimettermi un pò in pari con qualche ricetta nel frattempo. Essendomi poi munita di portatile forse potrei farcela a non sparire di nuovo… forse, ci provo! perchè in verità d’estate sviluppo una decisa avversione allo stare davanti a un monitor… Da settembre, però, conto di riprendere un ritmo “decoroso” ;-)

 

Annunci
9 commenti leave one →
  1. 31 luglio 2012 3:13 pm

    grazie Marianna per aver scelto proprio Salutiamoci per ricominciare a postare! :-)
    amiamo le ricette regionali!

  2. 31 luglio 2012 9:01 pm

    Ciao Marianna, ben tornata, e con un’ottima ricetta!Sai abitiamo vicine (io a Reggio Emilia) e abbiamo entrambe origini campane!!Adoro le verdure e secondo me questo piatto mi piacerebbe un sacco, non l’ho mai assaggiato, nonostante sia un piatto della mia tradizione!

    • 2 agosto 2012 8:26 pm

      ma dai! siamo vicine davvero! provalo, è rapido e gustoso, bisogna solo aver la pazienza e lasciarlo intiepidire un po’, con il caldo che sta facendo dalle nostre parti in questi giorni forse mangiato caldo non è proprio il caso ;-)

  3. 1 agosto 2012 8:26 am

    Troppo buona!!!!

  4. 1 agosto 2012 10:36 am

    Che bello rileggerti, finalmente :)
    Bellissimo questo piatto, ho sempre pensato di unire tutte le verdure insieme in un contorno del genere, invece le ho preparate solo al forno con pangrattato :)
    Ma così sono stupende e voglio provarle!
    Bravo lo Zio Peppe che ti ha fornito dei doni meravigliosi!!!!
    Qualsiasi sia la scelta di ritorno :) le tue ricette sono sempre meravigliose e personalmente passo volentieri nel tuo blog green ^_^

    • 2 agosto 2012 8:34 pm

      grazie Camiria :-) si così le verdure sono un pò più leggere…se non ripulisci il piatto con troppe fette di pane però (come faccio io) ;-)
      eh si, lo zio Peppe è insostituibile!
      grazie di essere passata, perfino quando non ci passavo neanche io da queste parti ;-) un abbraccio!

  5. 29 agosto 2012 12:37 pm

    Più estiva di così… E’ un tripudio di colori! :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: